Laurea in studi umanistici. E poi?

Acquista il tuo posto nell'aula virtuale, collegati nel giorno prestabilito e assisti alla lezione; potrai interagire con il coach e confrontarti con altre persone.


Laurea in studi umanistici. E poi?


l seminario si rivolge ha chi ha scelto un corso di laurea umanistico:

  • Antropologia
  • Archeologia
  • Beni culturali
  • Belle arti e Nuove belle arti
  • DAMS
  • Filosofia
  • Geografia
  • Lettere
  • Lingue
  • Musicologia e/o conservatorio
  • Pedagogia
  • Storia
  • Storia dell’arte

 
E si sta quindi avvicinando a concludere il percorso, ovvero a chi ha già ottenuto il titolo e ora cerca una soddisfacente collocazione lavorativa in linea col proprio curriculum.


L'insegnamento secondario, a questo punto, è quasi sempre visto come ripiego o talvolta come unico esito sicuro possibile per qualsiasi carriera umanistica. Eppure le possibilità per un umanista scaltro e ben informato sono numerosissime.


Purtroppo il pregiudizio delle lauree umanistiche è che si tratti di percorsi deboli, al contrario delle cosiddette “scienze dure” (dalla matematica alla fisica, passando per medicina, biologia e le varie ingegnerie). In verità ovunque si sente la necessità di figure professionali creative in senso lato, ossia capaci di produrre contenuti e concetti. L’intrattenimento – ogni forma di spettacolo – si basa sulla drammaturgia e un uso scrupoloso e ragionato della lingua; le pubbliche relazioni e la pubblicità si basano sulla retorica, disciplina cardine degli studi umanistici.

In più, pensiamoci: per quante tipologie di lavoro è indispensabile una conoscenza e un uso professionale della scrittura, critica, creativa o controllata che sia? Quindi, che si voglia lavorare nel settore pubblico o nel privato, questo seminario potrà essere un utile orientamento verso chi si sente, per così dire, un po’ solo nell’orientamento professionale, ma che ha deciso con caparbietà e risolutezza di essere un professionista nel settore umanistico, soprattutto per vocazione individuale.